Lezioni di italiano per mamme straniere (anche con bambini a seguito)

Mi chiamo Corrada Bonelli e vorrei far buon uso delle mie competenze.

Camminando per le strade del quartiere non si può non notare la varietà degli abitanti che ormai lo popolano. Una varietà che è una ricchezza, ma che, per manifestarsi come tale, richiede una vera inclusione. L’inclusione, però, scaturisce solo dalla reciproca conoscenza; da questa, poi, si genera una reale e reciproca accoglienza.

Ecco allora che mi è venuta in mente un’idea: perché non offrire un po’ del mio tempo settimanale e la mia professionalità, essendo insegnante d’italiano a stranieri, per impartire gratuitamente delle lezioni rivolte alle mamme non italiane che vivono nel quartiere?

Perché le mamme?! Di solito, sono proprio le donne a non avere la possibilità di seguire dei corsi, per una serie di ragioni, fra cui c’è, ovviamente, l’accudimento dei loro piccoli.

La mia proposta: fare un’ora e mezza, o due ore, di lezione d’italiano (una o due volte alla settimana- da capire-) con un orario che valuteremo insieme a un gruppo, al massimo di sei mamme, che potranno portare con loro anche i bimbi, essendoci nella sala lo spazio in cui i bimbi potrebbero giocare, mentre le loro mamme fanno lezione.

Cosa ne pensate? C’è qualcuno a cui posso essere utile?
Chiaramente anche le donne che non devono accudire i figli potranno usufruire dell’occasione, ma daremo la precedenza alle mamme
con bambini a seguito.

Poichè le donne che hanno necessità di questo corso non sapranno leggere questo annuncio, chiediamo il favore a chiunque conosca situazioni di necessità di farsi portavoce di questa occasione.