CE WEY? Personale di Massimo Greco

CE WEY? Personale di Massimo Greco

4 opere di un’artista poliedrico
Photographic and Grafic Designer, Desktop Publisher, Artist, Antropologist.
Fotografo e Grafic
Prima tappa della rassegna d’arte Ce Wey?
Sabato 11 febbraio dalle ore 17 alle 18,30 incontro evento con l’autore
La mostra è visitabile dal 7 al 22 febbraio 2023 dalle ore 9 alle 23

Passeggiando a piedi con … Piero Tucci

Passeggiando a piedi con … Piero Tucci

Sabato 28 gennaio ore 10 Km. 2,5.
Il Quadraro e Torpignattara
Da case abusive a case ecologiche, dai resti della Roma imperiale ai ricordi dell’ultima guerra, una passeggiata tra i murales opere di street artist di fama mondiale. Appuntamento all’uscita della metro A Porta Furba/Quadraro, davanti al Bar Carra. La passeggiata termina in Via di Torpignattara.

Sabato 11 febbraio e sabato 18 febbraio ore 10 Km. 2,5
Trastevere
Una passeggiata nel cuore di Roma popolare, tra chiese dalle origini del Cristianesimo, tradizioni romanesche, resti della Roma delle origini e di quella imperiale, ricordi del Risorgimento e di celebri artisti. Appuntamento sull’Isola Tiberina (davanti la Chiesa di San Bartolomeo all’Isola). La visita termina in Viale Trastevere.

Sabato 11 marzo alle ore 10. Km. 2
Il Quartiere Don Bosco
Una passeggiata che ci porterà a scoprire resti archeologici dell’antica Roma, torri medievali, ricordi degli anni di piombo, chiese anteguerra fino alla chiesa di Don Bosco, vero catalogo di arte contemporanea, tutta da scoprire. Appuntamento alla stazione metro A Porta Furba/Quadraro lato Bar Carra. La passeggiata termina alla chiesa di Don Bosco.

Sabato 18 marzo ore 10 km. 4
Dal Quartiere INA CASA Tuscolano a San Policarpo agli Stabilimenti Cinematografici di Cinecittà
Andiamo alla scoperta del “Boomerang”, un originale insediamento abitativo che non ha simili in Europa, si prosegue ai margini del parco degli Acquedotti, si scopre una chiesa molto originale, si attraversa piazza di Cinecittà fino a giungere alla “città del cinema”. Appuntamento alla stazione Numidio Quadrato (lato Bnl Poliambulatorio)

Sabato 15 aprile e sabato 22 aprile ore 10 Km. 3
Il Rione San Saba e l’Aventino
Visitiamo un quartiere popolare dei primi del Novecento e il “quartiere del silenzio”, tra chiese medioevali, parchi con incantevoli affacci su Roma, il tutto lontano dal traffico convulso della città. Appuntamento alla stazione Circo Massimo. Sarà un itinerario ad anello che terminerà dove è iniziato.

Sabato 13 e sabato 20 maggio ore 10 Km. 3
Prati e Trionfale
Villini liberty, viali eleganti in un rione dei primi del Novecento, si contrappongono ad un quartiere popolare degli anni venti e trenta. Appuntamento a piazza Cavour sotto la statua di Cavour. La passeggiata termina alla stazione Cipro

Per info e prenotazioni messaggio whatsapp al 3401605491 oppure mail a cervelli.simonetta@gmail.com il lunedì precedente la passeggiata interessata.

Giochiamo a scacchi?

Giochiamo a scacchi?

Il gioco degli scacchi, nato in India nel VI secolo d.C. e giunto in Europa verso l’anno mille, probabilmente grazie alla mediazione degli Arabi, è sempre più diffuso e amato. Lo scopo del gioco è fare “scacco matto”, dall’arabo Shāh Māt, che significa «il re è morto», ossia utilizzare i propri pezzi in modo tale che il Re avversario non possa più muoversi.
Lo scacco matto, quindi, a differenza dello scacco – l’attacco che un pezzo avversario porta al Re e che ancora può essere protetto – determina la fine della partita e la vittoria da parte di chi ha messo sotto scacco matto il Re avversario.
Più persone ci hanno evidenziato l’esigenza di un posto dove poter giocare dal vivo e noi abbiamo accolto questa richiesta dedicando il pomeriggio del mercoledì al gioco degli scacchi. L’appuntamento è per tutti coloro che amano questo gioco, sia per chi è già bravo e vuole solo fare una partita e chi invece vuole imparare. Scrivete al 340 1605491 a quale delle due categorie appartenete, in modo da poter organizzare al meglio il pomeriggio.
Quindi dal 15 febbraio tutti i mercoledì dalle 17 alle 19,30 da Splash si gioca a scacchi

CORSO SULLA METODOLOGIA LEAN

CORSO SULLA METODOLOGIA LEAN

Lean nacque in Giappone alla fine della Seconda Guerra Mondiale come metodologia per eliminare sprechi ed errori nei processi di produzione industriale e, in particolare, fu la Toyota che la definì e la implementò per prima nel mondo con enorme successo. Oggi la metodologia Lean è conosciuta in tutto il mondo, anche se spesso è confinata quasi esclusivamente all’interno delle organizzazioni aziendali. Ma questo corso non è destinato ai managers di alto livello o a coloro che sono interessati alla teoria della produzione o ai diagrammi di flusso. Questo corso è destinato a tutte le persone che vogliono migliorare la loro vita quotidiana, sia sul posto di lavoro che a casa, introducendoli alla conoscenza di una metodologia di problem solving, cioè di risoluzione dei problemi, tra le migliori nel mondo. Lean non è affatto complicata da capire; anzi, è esattamente il contrario. E più imparerai a incorporare l’approccio Lean nella tua vita, come in quella dei tuoi familiari, amici o colleghi di lavoro, più ti godrai la vita.
Informazioni su di me (CV)
Mi chiamo Annalisa Bencivenga e sono docente della metodologia Lean Six Sigma (LEAN+SIX SIGMA) nella mia azienda, l’Eni, da oltre 4 anni. Ho al mio attivo più di 200 colleghi Eni certificati in tutto il mondo (Italia, Congo, Kazakistan, Turkmenistan, Algeria, per citarne solo alcuni). Insegno la metodologia anche presso l’UPTER, l’Università popolare di Roma. Ho studiato la Lean sia in Italia sia con società di formazione americane.

Informazioni sul corso
Il corso si compone di 5 lezioni, una per settimana, da 1.5 ore ciascuna.
Il corso è gratuito.

Io sono Macchia. Laboratorio per bambini e bambine dai 5 ai 7 anni. Seconda edizione.

Io sono Macchia. Laboratorio per bambini e bambine dai 5 ai 7 anni. Seconda edizione.

Giovedì 2 febbraio prende il via la seconda edizione del laboratorio “Io sono Macchia” guidato dalla dolcissima Maurizia Benedetti.
Obiettivi generali: cosa vuol dire prendersi cura di un animale, che richiedendo tempo e dedizione, permette di prendere contatto con il proprio io più profondo; diffondere una cultura responsabile dell’animale e contribuire ad arginare la piaga dei maltrattamenti e dell’abbandono attraverso la prevenzione.
Obiettivi specifici: conoscere “la storia quotidiana e vissuta” degli animali che vivono in casa con noi; leggere le storie raccontate e illustrate nei libri.
Obiettivi finali: elaborazione di testi e disegni utili per la stesura di un cartellone e/o di un piccolo opuscolo.
Il laboratorio è consigliato per la fascia di età 5-7 anni ed è gratuito.
Dal 2 febbraio 2023 ore 17-18 e a seguire tutti i giovedì fino a Pasqua.